DUNA

Il progetto rifiuta l'idea convenzionale della panchina come struttura rigida e monotona, senza diminuirne l'efficienza tipologica.‎ La libertà di movimento e di assumere posture differenti sono il valore aggiunto, da cui origina la forma semiellittica.‎ Quest'ultima si solleva disegnando un comodo schienale che definisce il profilo circolare di un grande vaso.‎ Il design ricorda i paesaggi mutevoli dei cumuli di sabbia desertici da cui il nome.‎ 

Realizzata in pietra ricostituita, disponibile in due colori, con finitura levigata e successiva applicazione di vernici idrorepellenti.‎ La struttura dei piedi è in acciaio cromato lucido o verniciato colore grafite.‎